I costruttori dell'ANCE e la "questione" casette

22/12/2017


Sull’attuale cosiddetto “scandalo delle casette”, ANCE Marche ritiene necessario precisare meglio come stanno effettivamente le cose.

Ciò sia per quanto attiene alle responsabilità per i tempi di consegna delle soluzioni abitative di emergenza, rivelatisi troppo lunghi, che per quanto attiene ai vizi che si sarebbero finora riscontrati nella qualità e nella funzionalità delle SAE realizzate.

Innanzitutto le imprese di costruzioni regionali hanno eseguito esclusivamente i lavori di urbanizzazione delle aree su cui le casette sono state installate e nulla hanno a che vedere, quindi, su quanto è stato costruito e messo in opera sulle aree stesse.

Questo è avvenuto - per le imprese di ANCE Marche - rispettando i tempi di esecuzione dei contratti di appalto sottoscritti, con corretta esecuzione dei lavori edili affidati.

Più precisamente alle imprese di costruzioni del territorio è stata appaltata dalla Regione Marche – ed è un fatto notorio - con gare formali ad evidenza pubblica, solo l’esecuzione di opere edilizie riguardanti la predisposizione e l’apprestamento delle aree per l’installazione delle casette.

Le relative opere edilizie sono state realizzate correttamente e nel rispetto dei tempi contrattualmente previsti: nulla hanno a che vedere gli appalti delle opere eseguite dalle imprese regionali con la corretta realizzazione dei lavori riguardanti le diverse soluzioni abitative di emergenza SAE fin qui realizzate ed installate, di cui viene messa da più parti in discussione la qualità costruttiva, funzionale e prestazionale.

In definitiva la realizzazione delle opere di urbanizzazione delle aree per le casette, da parte delle imprese di costruzioni di ANCE Marche, sta a dimostrare ancora una volta come le imprese edili del territorio siano in grado di dare risposte adeguate nell’esecuzione dei lavori rispettando gli impegni contrattuali assunti con gli Enti appaltanti e, nel caso in parola, con la Regione Marche, nel pieno rispetto dei reciproci obblighi contrattuali assunti.

Da ultimo le accuse di “nanismo” che sono state avanzate nei confronti delle imprese di costruzioni del territorio, alla prova dei fatti, appaiono del tutto infondate e fuorvianti in quanto fra le imprese ANCE appaltatrici delle opere di urbanizzazione per le casette ci sono costruttori qualificati SOA per lavori di importo pari a milioni di euro.

 

  •  

Segui i nostri feed RSS:

Contatti

Confindustria Marche

Via Filonzi, 11 - 60131 ANCONA
Tel 071.2855111 Fax 071.2855120
Codice fiscale 80002450429
info@confindustria.marche.it
posta certificata

 

© Copyright 2018 Confindustria Marche - Credits - Privacy - Cookie policy