Bando POR FESR “Legno-Arredo”: 1,4 milioni per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. Domande entro il 6 giugno 2018: apertura ai nuovi mercati, innovazione di prodotto e commerciale

10/04/2018

 
Contributi a fondo perduto per promuovere l’internazionalizzazione e accrescere le capacità manageriali verso l’export delle piccole e medie imprese marchigiane del comparto “legno arredo”. Vengono concessi da un bando Por Fesr, con scadenza 6 giugno 2018, concertato con la Cabina di regia costituita a seguito dell’accordo tra Regione Marche, Federlegno Arredo e Confindustria Marche.

Siglata nel 2016, l’intesa promuove il rinnovamento del distretto “Legno Arredo”. Le imprese interessate a partecipare al bando, finanziato con 1,4 milioni di euro, dovranno presentare progetti di internazionalizzazione che saranno sostenuti con un contributo massimo di 40 mila euro. Gli interventi ammessi fanno parte di un pacchetto di azioni sperimentali, indicate dal bando, che si articolano attraverso due linee sinergiche: l’apertura ai nuovi mercati, lo sviluppo di una cultura dell’innovazione di prodotto e commerciale. Le aziende selezionate beneficeranno di un percorso comune di accesso ai mercati internazionali (missioni imprenditoriali B2B e incoming sul territorio marchigiano) e di un sostegno al proprio progetto strategico (in sinergia con le altre per potenziare il livello di competitività del settore). Gli obiettivi da conseguire riguardano lo sviluppo e la sperimentazione di una strategia di approccio ai mercati internazionali, di promozione aziendale, di innovazione e certificazione del prodotto.

“La Regione Marche rivolge un’attenzione particolare alle politiche di internazionalizzazione per accrescere l’export delle piccole e medie imprese locali - afferma l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora – In particolare, il comparto Legno Arredo sta subendo una forte crisi generalizzata che sta pesantemente colpendo tutto il comparto nazionale. È necessario definire, in modo condiviso, linee, indirizzi e azioni che aiutino tutto il sistema dell’abitare a esprimere una capacità produttiva innovativa per acquisire nuove quote di mercato e contribuire alla crescita economica della Regione. Il nuovo bando si muove in questa direzione”.

“Un progetto ambizioso e convincente”, questo il commento di Alberto Scavolini, consigliere incaricato del Gruppo Cucine di Assarredo, a margine della firma del bando “Sistema Abitare” di Regione Marche. “Il progetto presentato oggi - continua Scavolini - spinge le imprese a sviluppare sinergie e capacità progettuale per affrontare i mercati internazionali, offrendo in cambio strumenti innovativi a sostegno di questo percorso come, ad esempio incoming con operatori esteri sul territorio marchigiano, missioni B2B in importanti mercati esteri e il percorso di certificazione per rafforzare il made in Italy che noi imprese marchigiane facciamo e difendiamo. Sono certo che le PMI marchigiane sapranno cogliere un’opportunità di crescita che ne aumenterà forza e competitività sui mercati internazionali”.

Soddisfatto il presidente FederlegnoArredo, Emanuele Orsini: “Il bando di Regione Marche “Progetto strategico per l’abitare” è il felice esito dell’accordo quadro siglato tra FederlegnoArredo, Regione Marche, Confindustria Marche per lo sviluppo della locale filiera del legno arredo. Come FederlegnoArredo, desideriamo essere sempre più vicini al territorio dove sono localizzate le nostre imprese. Una vicinanza reale che si concretizza lavorando in sinergia con le istituzioni e gli enti che collaborano quotidianamente con le imprese, come il sistema confindustriale regionale e Cosmob che fornisce un importante contributo allo sviluppo della cultura di innovazione del territorio. Vogliamo proseguire su questa strada, facendo diventare il modello di lavoro sperimentato con Regione Marche di esempio e stimolo anche per altre regioni italiane”.

Il Presidente di Confindustria Marche Bruno Bucciarelli sottolinea come "l'innovazione e l'internazionalizzazione sono fondamentali per la crescita delle imprese e quindi per intensificare anche la ripresa e lo sviluppo della nostra regione. Una esperienza innovativa quella di aver attivato un Protocollo fra la Regione e il sistema confindustriale a livello di categoria e di territorio allo scopo di sostenere uno dei settori caratterizzanti l'economia regionale. Il nostro auspicio è che tale iniziativa possa essere efficace per le imprese interessate e che possa estendersi anche ad altre filiere produttive”.

Il presidente del Gruppo Mobili di Confindustria Pesaro Urbino e delegato di Confindustria Marche nella Cabina di regia con la Regione Marche, Filippo Antonelli, titolare della Domingo Srl, evidenzia: “Per questa iniziativa abbiamo testato una stretta e fruttifera collaborazione con i miei colleghi presidenti di sezione di tutto il territorio marchigiano. Il nostro obiettivo, grazie anche all'azione di Confindustria Marche, è quello di mettere a fuoco le esigenze delle imprese impegnate nelle sfide della innovazione continua e dell'internazionalizzazione per attivare strumenti di supporto regionali sempre più semplici, diretti ed efficaci. Fa piacere cogliere nell'azione della Regione una attenzione nuova verso il nostro importante e strategico settore”.

Il settore marchigiano del Legno e Mobile, nel corso dell’anno 2017, ha registrato un aumento del 4,2% delle esportazioni. La principale destinazione è la Francia che acquista una quota del 20,5% dei prodotti. Seguono gli Stati Uniti con il 10,2% (in aumento del 10,1%) e la Germania, che continua però a ridurre i suoi acquisti del settore dalla nostra regione (-15,8%). Le Marche si attestano in quinta posizione in Italia per esportazioni, con una quota del 6% nazionale.

  •  

Segui i nostri feed RSS:

Contatti

Confindustria Marche

Via Filonzi, 11 - 60131 ANCONA
Tel 071.2855111 Fax 071.2855120
Codice fiscale 80002450429
info@confindustria.marche.it
posta certificata

 

© Copyright 2018 Confindustria Marche - Credits - Privacy - Cookie policy