Incontro del Consiglio Direttivo di Confindustria Marche con l'Assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti

17/02/2016


Il Consiglio Direttivo di Confindustria Marche ha invitato l'Assessore al Bilancio e enti locali in un incontro per costruire con il Governo regionale un rapporto di collaborazione e di confronto costante e preventivo sulle questioni rilevanti per lo sviluppo economico e sociale della nostra regione.

Il Presidente Bucciarelli ha ricordato l'importanza delle deleghe ricoperte dall'Assessore Cesetti ed ha illustrato, insieme ai Presidenti delle Territoriali, le priorità del Sistema.

 

Le riforme istituzionali

Il riordino delle competenze degli Enti locali va colta come opportunità preziosa per dare uno slancio alla attività degli Enti pubblici in ambito regionale. Confindustria Marche chiede di essere coinvolta nei processi di ridistribuzione delle funzioni, così importanti per il processo di semplificazione istituzionale, legislativo ed amministrativo. Il percorso avviato con le Regioni Umbria e Toscana andrebbe, ad avviso di Confindustria Marche, seguito con determinazione, non tralasciando anche ipotesi di convergenza con la Regione Emilia Romagna.

Il quadro economico regionale e la fragile ripresa. Nella nostra regione la crisi ha avuto un impatto molto pesante. La Regione, dovrà puntare al rilancio della politica industriale sia con risorse proprie, sia gestendo in maniera unitaria ed integrata le risorse dei Fondi strutturali.

Regione “snella". La riforma del Titolo V comporterà anche la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale, con una burocrazia competente e collaborativa. “Alleggerire” la macchina amministrativa significa consumare meno risorse per il suo funzionamento per destinarle a cittadini e imprese. La Regione deve proseguire nell'azione di recupero, evitare sprechi e recuperare risorse per la crescita, rivedendo e potenziando la Stazione Unica Appaltante anche come centrale acquisti regionale. Condivisibili ed apprezzabili le prime azioni del governo regionale. Fondamentale è continuare nel perseguimento dell'obiettivo di un contenimento della pressione fiscale su cittadini e imprese, anche per quanto riguarda l'azzeramento dell’addizionale regionale IRAP.

 

Il Bilancio regionale 2016 e le sue integrazioni
Fondamentale è innanzitutto il metodo. Confindustria Marche chiede di rafforzare il suo coinvolgimento nelle politiche regionali, in particolare la conoscenza preliminare e la programmazione delle questioni strategiche regionali, a partire dai principali atti di bilancio e di programmazione generale e settoriale.

 

Confindustria Marche sottolinea alcune priorità per il rilancio del sistema industriale marchigiano:

- internazionalizzazione: negli ultimi anni sono stati azzerati i fondi regionali per le imprese mentre, per crescere, dovremmo aumentare il numero delle imprese stabilmente orientate all'export. Si ricorda che il bilancio regionale approvato a dicembre non prevede alcuna risorsa per questo filone per cui si richiede che in sede di integrazione del bilancio vengano implementati i fondi per l’internazionalizzazione con risorse regionali, pari ad almeno 4 milioni di euro per il 2016. Vanno inoltre profondamente rivisti gli strumenti finora sperimentati dalla Regione.

- innovazione e ricerca: nel POR sono previsti fondi per 114 milioni di euro fino al 2020 ma nel precedente periodo ne sono stati utilizzati 180;

- abbiamo valutato positivamente l’inserimento nel bilancio 2016 dell’azzeramento dell’IRAP per le nuove imprese o per quelle che si trasferiscono nella nostra regione, come misura volta anche ad attrarre nuovi investimenti. L’obiettivo del sistema Confindustriale delle Marche rimane quello di una riduzione generalizzata della pressione fiscale su tutte le imprese.

- l’Aeroporto rappresenta una infrastruttura strategica per lo sviluppo delle Marche e riteniamo importante che la Regione svolga un’azione di accompagnamento vista la delicata situazione dell’Aerdorica perché abbiamo necessità che si intensifichi il rapporto delle nostre imprese con il resto del mondo.

- Problemi di liquidazione dei contributi alle imprese – Bando Voucher Innovazione 2015 e Bandi Voucher Internazionalizzazione 2013 e 2014. E’ fondamentale che la Regione rispetti gli impegni assunti verso le aziende che stanno attraversando una fase molto delicata, in quanto con i decreti di concessione e di liquidazione si maturano diritti da parte degli utenti/imprese ad ottenere la liquidazione relativa nei tempi e nei modi previsti.

 

L’Assessore Cesetti ritiene l’incontro con Confindustria Marche un positivo momento di confronto e di stimolo per raccogliere esigenze e proposte per il rilancio del nostro territorio.

1. Con riferimento al riordino delle funzioni delle Province in attuazione della Legge Delrio, l'assessore Cesetti raccoglie positivamente le istanze di Confindustria Marche anche per quanto riguarda la competenza in materia di cave e di acque minerali.

2. Per il riordino della macchina amministrativa regionale ed il contenimento delle spese, l'Assessore richiama le azioni avviate e le prossime per conseguire maggiore efficienza e risparmio dei costi, con particolare riferimento alla valorizzazione del patrimonio immobiliare che ne consenta il migliore utilizzo ed anche una drastica e significativa riduzione delle locazioni passive. Un impegno particolare verrà dedicato all'attivazione effettiva del Suam che consentirà, a regime, consistenti risparmi soprattutto in relazione all’approvvigionamento delle forniture in sanità.

3. Sul fronte del bilancio rinnova il suo impegno ad integrare il bilancio di previsione "tecnico" 2016 approvato a dicembre entro febbraio/marzo venendo incontro alle istanze rappresentate da Confindustria Marche per stimolare una crescita più alta del Pil regionale. In particolare una risposta verrà data per quanto riguarda le risorse regionali per il sostegno alla internazionalizzazione delle imprese. Sul fronte fiscale ricorda la misura varata a dicembre di azzeramento dell'Irap regionale per le nuove aziende o per attrazione di nuovi investimenti da fuori regione, proprio per dare un primo segnale di attenzione su un tema delicato per il mondo industriale marchigiano.

4. Relativamente al ritardo nella liquidazione dei contributi alle imprese per le agevolazioni regionali e comunitarie, l'assessore Cesetti ha confermato l'impegno dell'amministrazione di assicurare i versamenti alle imprese entro il mese di Febbraio.

5. Per quanto riguarda il futuro dell'aeroporto delle Marche ricorda che nel Bilancio di previsione 2016-2018 sono stati previsti € 3.000.000,00 per l’aumento di capitale della Società Aerdorica ed ha confermato l'impegno della Regione Marche per valorizzare la strategicità della struttura anche per il sostegno che offre all'imprenditoria e alla competitività del territorio. Il potenziamento infrastrutturale delle Marche riguarderà anche investimenti sulla rete stradale, a partire dall’ampliamento della III corsia nel sud della Regione.
 

 

  •  

Segui i nostri feed RSS:

Contatti

Confindustria Marche

Via Filonzi, 11 - 60131 ANCONA
Tel 071.2855111 Fax 071.2855120
Codice fiscale 80002450429
info@confindustria.marche.it
posta certificata

 

© Copyright 2019 Confindustria Marche - Credits - Privacy - Cookie policy