Piani formativi Fondimpresa


 




Confindustria Marche e CGIL-CISL-UIL delle Marche hanno aggiornato i criteri e le modalità di condivisione dei Piani formativi finanziati da Fondimpresa attraverso i seguenti due accordi quadro ed i relativi allegati e modelli.

 

A - MODALITA’ CONDIVISIONE PIANI FORMATIVI A VALERE SUL CONTO FORMAZIONE
_________________________________________________________________________________

Vedere allegati:

__________________________________________________________________________________
Note

Ai fini della condivisione dei Piani formativi finanziati con le risorse del “conto formazione”, nei casi previsti dall’All. 1, il soggetto proponente dovrà formulare richiesta di condivisione tramite pec indirizzata alla Segreteria della competente COMMISSIONE PARITETICA PROVINCIALE, allegando i seguenti elementi:
- formulario e la eventuale scheda contenuti nel caso di azioni formative in modalità voucher;
- schema Verbale di condivisione del piano formativo (Mod. A).

Qualora il Piano formativo preveda lo svolgimento di corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, la richiesta di condivisione dovrà essere corredata dalla documentazione di avvenuta consultazione del/i RLS aziendale/i, nei casi previsti dall’art.50, comma 1, lettera d, del D.Lgs n.81/2008. A tale scopo può essere utilizzato lo schema Verbale di consultazione RLS (Mod. B).

La Commissione Paritetica Provinciale definirà il calendario delle riunioni con cadenza almeno quindicinale, predeterminando nella stessa riunione le date di almeno due riunioni successive.

La Commissione, le cui riunioni saranno valide a tutti gli effetti se presenti almeno 4 componenti (due componenti di parte datoriale e due componenti di parte sindacale), esprimerà il parere di conformità sottoscrivendo il Verbale di condivisione del piano, la cui documentazione sia pervenuta alla Commissione almeno 5 giorni prima della data utile fissata per la riunione.

Le decisioni della Commissione saranno assunte a maggioranza dei componenti.

L’eventuale mancata condivisione del Piano formativo, o il mancato riscontro entro il termine di 20 giorni, previsto dall’Accordo Interconfederale Confindustria e CGIL, CISL e UIL del 25 giugno 2014, saranno comunque oggetto di contestuale comunicazione all’azienda da parte della Segreteria della Commissione. L’eventuale diniego o la richiesta di modifica del piano, entro i 20 giorni dall’invio della richiesta di condivisione dell’azienda, saranno inviate via email all’Articolazione Territoriale di riferimento e in copia conoscenza a Fondimpresa. Si precisa che nel computo dei 20 giorni non sono compresi i periodi ricadenti nelle pause estive, natalizie e pasquali, come da indicazioni che saranno fornite dalle parti sociali.

Nel caso di condivisione attraverso Accordo sindacale aziendale siglato da RSA, designate solo da una o due delle organizzazioni sindacali, l’OBR, una volta ricevuto il Piano per la verifica di conformità, invierà copia del formulario e dell’accordo sindacale aziendale alla Commissione paritetica. In ogni caso le lettere di nomina delle RSA delle relative organizzazioni sindacali devono essere allegate all'accordo.
 


B - MODALITA’ CONDIVISIONE PIANI FORMATIVI A VALERE SUL CONTO DI SISTEMA
________________________________________________________________________________

Vedere allegati:

________________________________________________________________________________
Note

Gli Avvisi del Conto di Sistema pubblicati da Fondimpresa prevedono l’ammissibilità a finanziamento dei Piani formativi che abbiano quale ambito di riferimento la regione Marche.
La condivisione dei Piani formativi deve realizzarsi con accordi sottoscritti dalle rappresentanze, di CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL e UIL, a livello provinciale, quando le aziende interessate sono localizzate in una sola provincia e a livello regionale nel caso di due o più province.

Considerata, inoltre, l’esperienza finora maturata nella condivisione dei Piani formativi ed al fine di sviluppare e consolidare la bilateralità, Confindustria Marche e CGIL-CISL-UIL Marche, al fine di avere un quadro completo delle progettazioni a valere sul Conto di Sistema di Fondimpresa e favorire la migliore distribuzione delle attività formative sia in termini quantitativi che di rispondenza alle esigenze del territorio
condividono i seguenti criteri e modalità per la condivisione per i piani territoriali che coinvolgono aziende della regione Marche:

  • la richiesta di condivisione da parte del proponente, deve essere trasmessa almeno 15 giorni prima il termine di scadenza dell’avviso. Nel caso di avviso “a sportello” la procedura di condivisione si concluderà entro i 15 giorni successivi al recapito della documentazione completa di cui al punto 2; al termine della procedura di condivisione ne sarà notificato l’esito al soggetto proponente e messo a disposizione l’eventuale accordo di condivisione;
     
  • il soggetto proponente che intende candidare un Piano di Formazione a carattere territoriale a valere sul Conto di Sistema, è invitato ad inviare alle Parti Sociali territorialmente competenti la seguente documentazione:
    • formulario di presentazione del progetto;
    • file excel “Obiettivi quantitativi e preventivo finanziario”;
    • riepilogo azioni per le quali è prevista la certificazione delle competenze acquisite;
    • elenco delle aziende aderenti al piano che non hanno RSA o RSU formalmente costituite, nel caso di piano regionale o interprovinciale, sottoscritto dalle organizzazioni sindacali territoriali della provincia di riferimento.

Il Piano verrà successivamente illustrato alle Parti in un apposito incontro da tenersi entro la settimana successiva.

  • Il consenso delle istanze sindacali competenti per le adesioni delle aziende che per localizzazione territoriale si identificano nelle linee di intervento e nelle attività formative definite nel Piano condiviso, verrà espresso nel modo seguente:
    • sarà sottoscritto dalla RSU o dalle RSA ai sensi del protocollo nazionale del 25/06/2014 nelle dichiarazioni di adesione al piano. La RSU o la RSA potrà essere assistita dalle organizzazioni sindacali territoriali di categoria previo apposito incontro di informazione sulle linee e sulle modalità attuative del piano formativo;
    • in mancanza di RSU/RSA, il consenso sarà sancito tramite la sottoscrizione dell'elenco delle beneficiarie che hanno aderito ai piani da parte delle organizzazioni sindacali territoriali della provincia di riferimento ovvero dalle Commissioni Paritetiche Territoriali. Tale elenco dovrà essere allegato all'accordo alla base del Piano.
       
  • Nell’accordo saranno indicati i componenti del Comitato paritetico di Pilotaggio che adotterà per il suo funzionamento un proprio Regolamento (vedere Fac-simile allegato).
     
  • In caso di piani formativi settoriali di comparto, trovano applicazione criteri di cui al punto 1d del Protocollo d'Intesa del 25/06/2014. Le aziende marchigiane che, per appartenenza al settore/comparto, si identifichino nelle linee d'intervento e nelle attività formative definite dal Piano condiviso a livello nazionale, possono accedervi direttamente, previa informativa alle RSU/RSA (ove costituite) sulle linee del progetto formativo e sulle relative modalità di attuazione, da fornire con apposito incontro.
    Resta ferma la possibilità di siglare accordi di condivisione a livello provinciale o regionale, nelle seguenti ipotesi:
    a) adesione ad un piano formativo settoriale/di comparto da parte di imprese marchigiane non appartenenti alla/e categoria/e le cui rappresentanze hanno sottoscritto l'accordo di condivisione e che siano prive di RSU/RSA;
    b) piano formativo settoriale/di comparto che interessi esclusivamente aziende allocate sul territorio di una sola Provincia ovvero di due o più province delle Marche.

Le parti sociali, inoltre, colgono l’occasione per sottolineare l’importanza dell’analisi del fabbisogno formativo che coinvolga ampiamente la popolazione aziendale, quale elemento qualificante del Piano.
L’accordo sindacale deve essere concertato, pertanto le parti sociali si riservano di integrare con ulteriori indicazioni avviso per avviso.



Riferimenti COMMISSIONI PARITETICHE PROVINCIALI:

  • Segreteria Commissione Paritetica delle Provincia di Pesaro Urbino
    c/o Confindustria Pesaro Urbino, Via Cattaneo, 34 - Pesaro - Tel. 0721.3831
     
  • Segreteria Commissione Paritetica delle Provincia di Ancona
    c/o Confindustria Ancona, Via R. Bianchi snc - Ancona - Tel. 071 29048271
     
  • Segreteria Commissione Paritetica delle Provincia di Macerata
    c/o Confindustria Macerata, Via Weiden, 35 - Macerata – Tel. 0733 27961
     
  • Segreteria Commissione Paritetica delle Provincia di Fermo
    c/o Confindustria Fermo, Via O. Respighi, 2 - Fermo – Tel. 0734 28111
     
  • Segreteria Commissione Paritetica delle Provincia di Ascoli Piceno
    c/o Confindustria Ascoli Piceno, Corso G. Mazzini, 151 - Ascoli Piceno - Tel. 0736 2731
     

 

Documenti

  •  

Segui i nostri feed RSS:

Contatti

Confindustria Marche

Via Filonzi, 11 - 60131 ANCONA
Tel 071.2855111 Fax 071.2855120
Codice fiscale 80002450429
info@confindustria.marche.it
posta certificata

 

© Copyright 2018 Confindustria Marche - Credits - Privacy - Cookie policy